Gua Sha al posto della botulinotossina? Ora dovresti strofinare una pietra sul tuo viso

L'hype di bellezza Gua Sha al posto del Botox?

Inhaltsverzeichnis

Qualcosa di nuovo più spesso! Quindi ora un massaggio con pietre cinesi. Si suppone che provveda a rilassare i tratti del viso, senza iniezioni. Il nuovo hype di bellezza si chiama Gua Sha - lo abbiamo provato a New York.

Gua Sha - massaggio cinese con pietre per l'anti-invecchiamento.

Non è un segreto che un viso rilassato è più invitante di uno schiacciato. Il problema è che è quasi impossibile controllare esattamente i muscoli dove tutte le emozioni vogliono esprimersi: Si arriccia la fronte con preoccupazione, si avvicinano con rabbia le sopracciglia, si pizzicano le palpebre, si lasciano pendere gli angoli della bocca. Per evitare tutti questi impulsi in futuro e per eliminare quelli passati, ci sono rimedi ben noti e provati come la tossina botulinica o iniezioni di ialuron.

Non solo qui, ma soprattutto negli Stati Uniti, queste misure sono parte della vita quotidiana come il caffè per andare. È tanto più sorprendente che proprio lì, tra tutti i luoghi, una tendenza sta provocando una sensazione che riesce completamente senza veleni nervini e iniezioni: Gua Sha. Si pronuncia quasha, è un massaggio con una pietra, che ha una tradizione millenaria.

Anche medicina tradizionale cinese (MTC), uno dei sistemi medici più antichi del mondo, menziona il massaggio e il linfodrenaggio con pietre preziose come mezzo per portare il corpo in equilibrio. Tuttavia, il Gua Sha per il viso è una tecnica molto più delicata di quella tradizionalmente usata nella MTC. Si dice che l'uso regolare migliori la circolazione del sangue, la vitalità e il tono della carnagione. Gli studi hanno anche dimostrato che il Gua Sha guarisce le infiammazioni, rafforza il sistema immunitario e può persino migliorare il sonno.

Lo strumento che si suppone faccia tutto questo consiste in una pietra nera, piatta e lusinghiera per le mani, con bordi arrotondati, delle dimensioni di una scatola di fiammiferi. Si chiama Bian Stone e contiene quaranta oligoelementi. La storia che si narra su di essa va così: circa 65 milioni di anni fa si dice che un grande meteorite si sia scontrato con la terra nello Shandong, una regione costiera nord-orientale della Cina, e che la collisione abbia creato una montagna.

Le sue pietre sono conosciute come Bian Stones, e si dice che abbiano un effetto anti-invecchiamento sulle cellule e sul DNA. Alcuni sostengono anche che equilibrano le energie del corpo. È indiscutibile, comunque, che il viso appare meno teso dopo un trattamento Gua-Sha che prima del trattamento. Con una pressione delicata, la pelle viene lavorata con movimenti di carezza fino a quando diventa leggermente rossa. Questo è esattamente il significato delle parole Gua Sha: "Gua" significa sfregare, e "Sha" descrive il rossore della pelle che ne risulta.

La migliore pubblicità per queste promesse è Britta Plug stessa. Quando la nota estetista appare per un'intervista nell'atrio del "The Ludlow" nel Lower East Side di New York, "Glow" è la prima cosa che le viene in mente nonostante l'uso inflazionato della parola. E questo nonostante il fatto che lei dica di soffrire di un raffreddore e di aver quasi dovuto cancellare l'incontro.

Visivamente, però, non c'è traccia di stanchezza o tensione, la sua carnagione è senza pori, le sue espressioni facciali sono morbide come il burro, persino le sue tempie sembrano rilassate. Se tutto questo viene da una pietra, deve essere la pietra filosofale, si pensa mentre lei racconta come è arrivata ai titoli onorifici "Miglior Faccialista di New York" e "Skin Guru", che le sono stati assegnati da varie riviste.

La 35enne è originaria del Canada, ma è cresciuta nel sud della Germania fino all'età di sedici anni. Lì ha scoperto il tema della bellezza, ha fatto a se stessa e alle sue amiche dei massaggi facciali con punti di pressione, per i quali ha trovato le istruzioni in un libro fai-da-te. C'era una sauna in casa, che lei ha dichiarato la propria area spa, arrotolava guide di aromaterapia, toccava impacchi curativi per se stessa e allo stesso tempo fumava un pacchetto di Marlboro Light ogni giorno all'età di 13 anni.

Cosa fanno i giovani. Ha rapidamente smesso di sbuffare, si è voltata verso alimentazione sana, yogaHa iniziato a praticare la meditazione e i metodi di guarigione cinesi a New York, e si è formata come estetista. Ben presto divenne chiaro che voleva fare qualcosa di drasticamente diverso dal lavorare sulle impurità e mettere maschere. Vale a dire qualcosa di olistico.

Quando ha iniziato con il Gua Sha qualche anno fa, quasi nessuno conosceva il metodo, ma tutto ciò che funziona naturalmente attira l'attenzione. Anche l'aspetto di Plugs, le braccia tatuate, un piercing al naso, il suo look naturale e fresco suscitano interesse. Sicuramente il successo ha a che fare con il cambiamento dell'immagine della bellezza che le donne consapevoli stanno sviluppando, anche negli USA. Non vogliono più solo una soluzione rapida in superficie, ma offerte oneste e sostenibili, l'attivazione dei poteri di autoguarigione.

In tutti i settori della vita stiamo diventando più consapevoli, più attenti, e l'industria della bellezza non è immune da questo movimento. Sul loro sito web studiobritta.com troverete la frase: "La bellezza è un processo, non un prodotto".

Dietro il suo concetto c'è la convinzione che la pelle è viva e che il più grande organo fisico ha bisogno e merita più cure che lo scuotimento di una lozione che ci promette eterna giovinezza. Chi vuole approfondire può prenotarvi corsi online e trovare video con istruzioni per l'automassaggio sul suo account Instagram. Tutto ciò che serve è una pietra gua-sha, che si può anche acquistare facilmente online.

Per esempio al negozio svizzero Biomazing, sono anche disponibile in giada o quarzo rosa. Avete anche bisogno di un olio vegetale in modo che la pietra scivoli bene sulla superficie. Fondamentalmente è abbastanza semplice, si divide il viso in tre segmenti orizzontali: fronte, guance superiori, guance inferiori e contorno della mascella. È meglio iniziare con una metà del viso e completare la serie lì prima di passare amorevolmente all'altro lato. La parola affettuoso non è un dettaglio senza importanza, ma fa parte del concetto.

Il trattamento Gua-Sha nello studio di Britta Plug in Spring Street a Soho inizia con ripidi gradini, poi si apre una porta al primo piano, dietro la quale si sospetterebbe piuttosto un appartamento di artisti hippie che un'oasi di bellezza. C'è odore di Palo Santo, l'incenso indiano. Amy, una delle estetiste ha i capelli viola e un'aura da strega buona.

Appena arredati sul divano, si viene sopraffatti dalla sonnolenza. Questo può essere legato al fatto che sono biomatti di ametista che emanano calore, rilassano i muscoli e mettono il corpo e la mente in uno stato di pace irritante.

Dopo l'analisi della pelle, Amy inizia il drenaggio linfatico manuale per alleviare la congestione, e poi si passa al Gua Sha, che sembra di essere accarezzati, ma abbastanza sicuri da fare il solletico. Poi arriva una maschera LED, queste cuffiette di plastica di Star Wars, che lavorano con la luce e permettono al prodotto di lavorare meglio nella pelle.

Uno sguardo allo specchio dopo 90 minuti di "Facial Attunement" (240 dollari) è sorprendente: un'espressione come se uno avesse dormito profondamente e senza pensieri per tre giorni. Ma se si vuole raggiungere questo stato in modo permanente, bisogna strofinarsi bene e soprattutto costantemente.

 

Abbonati alla nostra newsletter, per non perdere le tue idee!

Inhaltsverzeichnis